La bresaola deriva dal taglio magro della coscia, punta d’anca, appare di norma come cilindro più o meno regolare, avvolto dal budello di colore grigiastro, con o senza legatura.

Ogni pezzo è una storia a se: lavorato in punta di coltello, profumato sapientemente con spezie, erbe aromatiche, poi lasciato stagionare al naturale tutto il tempo necessario così da ottenere un prodotto eccellente, destinato ai palati più fini.

Si consuma affettata, come antipasto o come secondo.